E se quel guerriero avesse le vostre corde?

 

Questa è la domanda da cui si comincia, perché ciascuno ha le corde giuste per rispondere o da usare per testimoniare e raccontare la ricerca della pace. Ciascuno di noi può mettersi al posto di un altro guerriero nella propria realtà e nel proprio viaggio. Il LiberTrio userà le corde di un violino, di un pianoforte e di una viola.

LiberTrio e Annalisa Vandelli uniscono le loro parole, immagini e musica per un racconto che attraversa lo spazio e il tempo. I brani classici eseguiti dal vivo dalle virtuose musiciste del LiberTrio (Alessandra Fogliani, Tania Righi, Elena Luppi) si amalgamano a racconti, fotografie e riflessioni raccolte in dieci anni di viaggio dalla reporter Annalisa Vandelli. Ne esce un ulteriore viaggio, percorso insieme con il pubblico, sulle note di Brahms, Saint Saens, Rachmaninoff, Piazzolla, Schubert fino agli autori contemporanei Luppi e Speranza. La musica e il racconto costruiscono così un ponte che attraversa il Mediterraneo, il Centro America, la Siria, l’Europa, il Medio Oriente. Un ponte culturale che sottolinea per contrasto l’insensatezza e il limite di qualsiasi muro.

e-se-un-guerriero

5 Giugno 2017, Teatro Astoria – Fiorano Modenese